Torna alla pagina precedente


FINALITA’ DEL PROGETTO DELL’ITINERARIO DENOMINATO: “SUI SENTIERI DEGLI EZZELINI” LUNGO IL MUSON ED IL LASTEGO
 
Il progetto dell’Itinerario “sui sentieri degli Ezzelini” è stato ideato e promosso dalle Amministrazioni Comunali di: Asolo, San Zenone degli Ezzelini, Fonte, Loria, Riese Pio X, Castello di Godego, Castelfranco Veneto e Resana.
 
In particolare, al fine di promuovere e realizzare iniziative atte a valorizzare l’intero ambito intercomunale, tra cui rientra anche il presente progetto, sono state costituite due Intese Programmatiche d’Area, rispettivamente:
  • IPA della Castellana che comprende i Comuni di Castelfranco Veneto, Resana, Castello di Godego, Loria e Riese Pio X°
  • IPA della Pedemontana del Grappa e dell’Asolano che comprende la Comunità Montana del Grappa ed i Comuni di Asolo, Fonte, San Zenone degli Ezzelini, Borso del Grappa, Crespano del Grappa, Paderno del Grappa, Castelcucco, Monfumo, Cavaso del Tomba, Possagno, Pederobba.
 
Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di un percorso che unisca, attraverso i corsi d’acqua dei torrenti Muson e Lastego, i territori dei Comuni sopracitati.
 
La formula scelta è stata quella di un “sentiero natura”, ossia di  un  itinerario che, partendo dal Grappa e dalle colline asolane, attraversi le zone umide dei prai, la pianura e raggiunga per un verso il Naviglio Brenta a Mira e da qui la laguna di Venezia a Fusina e per l’altro il Bacchiglione a Padova.
 
L’escursionista avrà l’opportunità di camminare in un ambiente in cui natura e uomo hanno intensamente intrecciato le loro storie, modificandosi a vicenda ed offrendo panorami singolari e vari.
 
Il tracciato prevede l’attraversamento dell’ambiente collinare, che per la posizione di “trait- d’union” fra la pianura e la montagna è stato spesso dimenticato o relegato a “zona marginale” rispetto a programmi di rilancio economico o sviluppo di particolari attività come quella turistica.
 
Oggigiorno, però, in seguito alle maggiori attenzioni riservate all’ambiente nella sua più generale accezione, si vanno riscoprendo luoghi e “nicchie” sconosciute agli stessi abitanti “distratti”.
 
Accanto a queste scoperte di luoghi, si affiancano le scoperte di storie e culture che altrimenti sarebbero andate perdute.
 
E’ divenuto quindi obbligo alle Amministrazioni locali “inventare” iniziative e programmi volti sì allo sviluppo economico, ma anche alla salvaguardia del bene stesso.
 
Per sostenere ed incentivare tali attività, necessaria diventa la sistemazione delle vie di comunicazione, anche quelle di minore importanza come i sentieri, le mulattiere, le carrarecce, le trattorabili che costituiscono un naturale supporto alle attività sportive e turistiche.
 
Il presente progetto, “Realizzazione di un itinerario turistico denominato “sui sentieri degli Ezzelini” lungo il Muson ed il Lastego, vuole rappresentare un contributo alla conoscenza ed alla divulgazione delle bellezze ambientali del territorio collinare pedemontano e di pianura della zona nord-occidentale della marca trevigiana.
Il percorso riveste particolare interesse per la presenza di numerose testimonianze relative allo sfruttamento dell’acqua come risorsa vitale per l’attività produttiva. La forza motrice impressa dall’acqua sulle pale della ruota faceva girare le macine dei mulini, ma anche le fabbriche per la preparazione della lana, ed altre industrie.
Dal punto di vista più strettamente naturalistico, nonostante la forte presenza antropica data dall’attività agricola, il percorso attraversa biotopi legati all’acqua: torbiere, marcite, prati, ecc..
 
Questo itinerario si inserirà nel contesto di iniziative finalizzate alla promozione e valorizzazione del territorio, inteso come insieme di beni naturalistico ambientali e di giacimenti culturali, ed in particolare si integrerà e completerà quel sistema di iniziative turistiche e di approccio all’ambiente che da tempo la Regione e le Amministrazioni comunali stanno portando avanti.
 
 
OBIETTIVI DEL PROGETTO
 
Per il raggiungimento delle finalità precedentemente illustrate, gli obiettivi generali che s’intendono perseguire sono i seguenti:
 
  • realizzazione del tratto di itinerario che ricade nei territori dei Comuni di Asolo, Fonte, Crespano del Grappa e Paderno del Grappa che aderiscono all’IPA della Pedemontana del Grappa e dell’Asolano, a completamento del percorso nei territori dei Comuni di Riese Pio X°, Loria, Castello di Godego, Castelfranco, Resana appartenenti all’IPA della Castellana, già oggetto di cofinanziamento regionale ai sensi della DGR 347 del 20.02.2007;
  • sistemazione    della   rete   di   collegamento    viario   nelle   varie   zoneinteressate dall’itinerario;
  • individuazione delle principali emergenze ambientali, storiche, architettoniche;
  • sistemazione di piccole infrastrutture di servizio;
  • azione di divulgazione e di promozione delle passeggiate e delle escursioni turistiche e naturalistiche;
  • riconversione turistica dei beni storici e delle tipologie rurali destinate al degrado;
  • recupero delle identità locali con maggior partecipazione ai processi decisionali;
  • inversione della tendenza al degrado del patrimonio non sostituibile;
  • modificazione del comportamento dei turisti;
  • incremento degli investimenti privati indotti;
  • incremento degli investimenti pubblici. 
 
Gli obiettivi specifici sono, invece,
  • agevolare il collegamento fra le borgate rurali, le aziende agrituristiche ed altri luoghi di sosta e ristoro;
  • realizzare particolari infrastrutture ed aree attrezzate (passerelle, segnaletica, panchine, ecc.);
  • facilitare e rendere più sicuro e piacevole il cammino;
  • prevenire o fermare eventuali fenomeni franosi, erosivi ed in genere di dissesto idrogeologico;
  • regolare lo sviluppo della vegetazione lungo i percorsi;
 
 
(estratto della relazione di progetto)



 
torna all'inizio del contenuto